Una Risorsa in più per gli affari di PMI e Multinazionali

Articolo pubblicato su «Il Giornale del Piemonte» il 28/07/16

La software house fondata nel 1989 a Torino da Giorgio Maffei adesso è leader nel settore.

Luca Fiocchetti

Nel mondo dell’imprenditoria torinese ci si può ancora stupire per storie che sono quasi esemplari: un ragazzo ha un’idea innovativa che si rivela vincente e dopo quasi trent’anni di ritrova con un’azienda leader. E’ il caso di Giorgio Maffei e di Risorsa, gioiello imprenditoriale torinese e, come spesso accade, praticamente sconosciuto a grande pubblico, ma ben noto tra le grandi aziende e le multinazionali. Perché Risorsa crea soluzioni informatiche per le reti vendita di gradi clienti e lo fa così bene da essere già da tempo leader italiano in questo settore. E stupisce che Risorsa abbia già quasi trent’anni di storia, perché anni Ottanta il mondo dei computer era per pochissimi iniziati. Invece Giorgio Maffei ebbe l’intuizione giusta a riunire un gruppo di amici provenienti come lui dal Politecnico e fondare questa società. Ora Risorsa ha oltre 50 dipendenti, un fatturato annuale di 5 milioni di euro, è capofila di un network internazionale sono oltre 15 mila gli agenti che utilizzano oggi in Italia i suoi applicativi.

Per comprendere meglio l’entità del successo di Risorsa basta dare una rapida scorsa alle aziende che si sono affidate ai suoi servizi: Nestlé, Unilever, Ferrero, Lavazza, Barilla, tanto per fare qualche nome. Per comprendere invece le ragioni di tale successo, bisogna ricercarle nella tradizionale dedizione al lavoro tutta sabauda e nella capacità di giocare d’anticipo. «Siamo sempre stati molto attenti ai cambi di tecnologia che per noi significano investimenti, ma anche uno stimolo per studiare soluzioni che agevolino il venditore nel proprio lavoro- spiega il fondatore e presidente Giorgio Maffei -. In questi quasi trent’anni siamo passati dai vecchi e lenti computer, a pc sempre più piccoli fino ad arrivare ad oggi, dove i nostri sistemi gestionali girano anche su tablet e smartphone. Ma la mission è sempre rimasta la stessa: trovare soluzioni per le reti di vendita delle grandi aziende».

I due prodotti principali di Risorsa si rivolgono a due target diversi. La prima è Salesware rivolta a grandi imprese come le multinazionali che hanno logiche industriali e politiche di vendita molto complesse; ed è personalizzata per ogni cliente. Le funzioni di questo prodotto sono la gestione delle promozioni, del piano cliente e dei contratti con la Gdo. Tra i clienti che utilizzano Salesware ci sono Lavazza, Bauli, Ferrero e il gruppo Bolton. Poi c’è SellSmart che rappresenta il miglior supporto alle vendite per quelle aziende che hanno una forza agenti non superiore a 70. E’ quindi la soluzione più adatta alle Pmi e offre vantaggi per il personale di sede con la riduzione dei tempi di lavorazione degli ordini e anche il monitoraggio del flusso di lavoro sui clienti. Tra i clienti che hanno scelto questa soluzione, Fila, ReCarlo, Milor.

«Sono prodotti modulari rispetto all’azienda e siamo sempre all’avanguardia grazie a una grossa attività di ricerca e sviluppo che ci permette di dare al cliente l’ultima tecnologia – spiega il presidente Maffei-. Siamo stati i primi in Italia a offrire soluzioni Windows quando in circolazione non c’erano altri software e ci siamo fatti trovare pronti, e anche lì eravamo i primi, con l’avvento degli iPad. Oggi i nostri sistemi si sono evoluti e controllano tutti i processi commerciali del cliente esclusa distribuzione e fatturazione. Quando un cliente viene da noi prima si definiscono gli obiettivi e poi si sviluppa congiuntamente il progetto: progetto per il quale ci può volere da pochi mesi a un anno di lavoro per svilupparlo, e può costare da qualche decina di migliaia di euro a qualche centinaia di migliaia per i clienti come le multinazionali. Ma il payback dell’investimento, ad esempio di Sellsmart, è molto breve: una piccola azienda con 5 milioni di fatturato e venti agenti, uno per regione, ha comunque bisogno di mettere almeno una persona che controlli e sappiamo quali sono i costi del personale oggi. Sostituendo la persona con il SellSmart il payback si riduce ad appena sei, otto mesi».

«La nostra forza – conclude Giorgio Maffei – è quella di confermare la leadership sul mercato grazie a partner come Ferrero e Lavazza che sono clienti di Risorsa dal 1989. Il nostro difetto è quello di fare software che vanno troppo bene: mediamente durano 15 anni e non ce ne sono altri sul mercato con questa longevità».

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *